turisti a Perge. vintage 1 novembre 2005, quinto giorno del mio terzo viaggio in Turchia – quando si poteva viaggiare – 248

la presenza dei turisti tra le rovine archeologiche è sempre un elemento di disturbo per foto e riprese; costantemente si cerca di escluderli dal campo visivo, e si finisce con ciò anche col dare un’immagine falsa dell’esperienza che si sta vivendo e di sostituirla con una immaginaria.

ma questo riesce facile con le foto, che restituiscono un’immagine fissa e bloccata, come per paradosso risulta anche qui, nell’immagine di copertina scelta da Youtube, e invece difficilmente riesce con le riprese, dove è sempre da mettere nel conto l’ingresso nel video di qualche intrusione non prevista.

come ho già anticipato nel post precedente, nel montaggio delle riprese di Perge ho scelto alla fine di cercare di scomporre quelle in cui i turisti compaiono meno (impossibile escluderli del tutto, data la presenza davvero massiccia) e quelli in cui sono invece ripresi con evidenza, e a volte anche intenzionalmente, perché diventano loro stessi un elemento caratteristico dell’ambiente turisticizzato.

assieme a loro qualche immagine di gente del posto, che ci restituisce un’idea davvero primitiva della Turchia rurale, e quasi zingaresca: una specie di colpo allo stomaco improvviso rispetto alla Turchia del mondo globalizzato che abbiamo visto finora…

. . .

non me ne aspettavo tanti, visto che ero finito qui alla ricerca di un posto non turıstıcızzato; tuttavia la presenza turistica a Perge quel primo novembre del 2005 risultava alla fine abbastanza discreta e poco disturbante, forse perché formata prevalentemente da tedeschi o comunque europei del nord, come ben si percepisce da qualche accento del parlato.

la mia esperienza di globetrotter mi ha fatto constatare più volte, infatti, che è italiano il turismo veramente fastidioso e a volte francamente intollerabile, deturpante visivamente e acusticamente i luoghi.

ma quel primo novembre a Perge non c’era proprio nessun turista italiano, perché io stesso, che potevo apparire l’unico di questa specie, mi sento invece un poco un apolide, dato che sono un semi-tirolese.

Pubblicità

Una risposta a "turisti a Perge. vintage 1 novembre 2005, quinto giorno del mio terzo viaggio in Turchia – quando si poteva viaggiare – 248"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...