nuovo attentato (definitivo?) al mio viaggio attorno al mondo: Equitalia – My roundtheworld n. 8 – 247.

non ho ancora concluso la mia lotta contro l’herpes zoster (per fortuna debole) che mi ha attaccato mettendo a rischio la mia partenza fra due settimane per il viaggio attorno al mondo, che oggi un nuovo pericolo ben più grave si profila all’orizzonte e rischia di farlo saltare del tutto.

dove non arriva sant’Antonio col suo fuoco, arriva Equitalia con una Raccomandata con ricevuta di ritorno.

* * *

nella quale mi preannunciano il fermo preventivo della mia innocentissima auto entro 30 giorni, in quanto contribuente moroso, che ha rifiutato di pagare i seguenti debiti:

1. tassa automobilistica del 2002 (avete letto bene!) secondo loro notificatami il 21 novembre 2013:

€ 139,31, che diventano € 242,17 attraverso le multe.

e passi: ma mi state chiedendo a tassa di circolazione di 12 anni fa: non mi ricordo neppure più che auto avevo!

2. tasse su redditi a tassazione separata del 2007 per l’importo di € 220,33.

come ho scoperto di recente, se svolgevo delle attività aggiuntive rispetto all’ordinario e lo stato me le pagava con il cedolino dello stipendio, ero però io che dovevo denunciarle a parte: lui non me le metteva nel modello 101; e quindi ecco che mi trovo evasore senza saperlo.

sono comunque € 220,33, potrei fare la piega e reggere il colpo.

ma si aggiungono € 533,00 di Irpef, e 345,00 di addizionale regionale, sempre sui redditi del 2007.

va be’, che sarà mai: sono poco più di 1.000 euro: duro colpo, ma si potrebbe sopravvivere.

già, ma le sanzioni?

909,00 euro per ritardato versamento che poi diventano 1.011,48.

calcolate due volte!

perché le evasioni sono due!

insomma, per questi banali errori di calcolo di qualche centinaio di euro, la richiesta finale è di € 3.655,35.

e, secondo loro, la notifica di questo debito me l’avrebbero fatta il 21 febbraio scorso.

3. mica è finita!

ci stanno anche € 834,53 per ritardato versamento IRPEF del 2009: questa è tutta e soltanto multa.

anche questa con notifica di fantasia del 21.2.2014.

4. e infine: ciliegina sulla torta: € 61,98 per la procedura del fermo amministrativo dell’auto!

* * *

il totale richiesto entro 30 giorni sono 4.794,03 euro, da pagare entro il 18 luglio.

strano che però la notifica tramite riscossione mia in posta della raccomandata sia avvenuta oggi e che i 30 giorni, dunque, scadano al 30 luglio e non al 18, quando io sarei dovuto essere in Laos a pensare a tutt’altro.

ed è chiaro che con 5.000 euro di meno sul conto corrente non sono in grado di partire.

* * *

ma perché sono nato in Italia?

quanto al resto, sto cominciando a diventare fatalista: se ricevo tutti questi segnali negativi per tenermi a casa, non è che devo fare come Terzani a suo tempo e fare a meno di partire?

dsc00940

ritratto di Caligola, dalla mostra Bunte Götter di Tübingen, 17 maggio 2014

. . .

commenti:

tramedipensieri 30 giugno 2014 alle 20:29
Non pigio su “mi piace” perchè mi stanno già venendo due paia di nervi.
Intanto dopo dieci anni non cade in prescrizione la tassa automobilistica?… e non solo?
Poi vorrei vedere copia delle notifiche. C’è una procedura specifica mi pare, no? Dovrebbe esserci la tua firma.
Poi mi fa strano comunque che tu non abbia conservato niente… e che addirittura non sapessi che le attività aggiuntive si devono dichiarare a parte… e va bè può capitare…
Mi dovresti spiegare il fermo dell’auto… perchè l’hanno già portata via?
in che senso….
e’ un duro colpo ma credo che riuscirai a spiegare e risolvere il tutto… vediamo penso che dovrai pagare solo Euro 1.011,48.
Equitalia ha solo necessità che tu ti presenti lì con tutta la documentazione necessaria…. non scoraggiarti.
Perchè sono convinta che tu sia una persona ordinata quasi pignola da conservare tutto ma proprio tutto anche dopo anni?
Non smentirmi eh..
Il viaggio lo farai, non farti venire queste fisse per carità e lascia Terzani a riposare in pace.

bortocal 30 giugno 2014 alle 21:29
semplicemente allucinante: non ho ricevuto nessuna notifica; o meglio ho ricevuto qualche notifica di multe varie che ho pagato.
ora dovrò cercare nei faldoni: ero un tipo maniacalmente ordinato fino a prima della Germania, quando lottavo per restare a galla: i soldi tedeschi mi hanno reso indulgente con me stesso e disordinato, e adesso in pratica me li stanno facendo restituire con gli interessi!!!
su questa storia dei contributi straordinari pagati dallo stesso datore di lavoro che ti fa il modello 101 ma che non ce li mette dentro, giuro che una perfidia simile non riesco neppure a immaginarla e ho già pagato una bella multa due o tre mesi fa.

tramedipensieri 30 giugno 2014 alle 21:38
Mi sa che ti devi prendere tempo… e cercare bene ricevute e quant’altro.
Con calma, ma lo dovrai fare…
Cavolo mi spiace davvero, spero come ho già scritto che il tutto si riduca a mille euro e poco più….
Che ladri… ma guarda tu che vanno a cercare tassa di circolazione di 11 anni fa!
Due anni fa equitalia nostrana cercava a tantissime persone il bollo del 2009.
Sai quanti l’avevano buttato?
Stranamente a me non lo hanno chiesto… peccato lo avevo già pronto insieme ad una pernacchia….

bortocal 30 giugno 2014 alle 21:43
ma no, può essere benissimo che la tassa di circolazione del 2002 non l’abbia pagata, non mi ostino.
del resto queste ricevute di certo non le ho conservate da nessuna parte.
ma possono chiederti una tassa 12 anni dopo?
figurati che ho in sospeso da un mese un’altra raccomandata che mi annuncia un credito fiscale di 1.000 euro.
devo fare non so quale gabola in internet perché mi venga riconosciuto… – incredibile!
con gli anni sono diventato insofferente di tutte queste cose: una volta ero molto scrupoloso, quando stavo per fallire ogni momento.
intanto mia figlia mi ha dato i dati di contatto della sua commercialista, che pena.
e mercoledì, invece di andare a fare il primo sopralluogo della casa nuova, mi tocca andare a Equitalia a litigare.

tramedipensieri 30 giugno 2014 alle 21:51
😦

tramedipensieri 30 giugno 2014 alle 22:24
Praticamente… uno stato usuraio

bortocal 30 giugno 2014 alle 22:30
a me pare anche abbastanza demente.
e ti pare possibile che gli italiani non possano porre termine a queste forme di persecuzione?
e bada bene che io sono uno che ha sempre pensato che le tasse si pagano, e l’anno scorso ho tirato fuori senza fiatare 18.000 euro (che allora avevo) perché mi ero effettivamente sbagliato.

tramedipensieri1 luglio 2014 alle 7:41
Gli italiani sono un grande popolo di…ani che abbaiano (male) e non mordono.
Se mi permetto… … dai tuoi commenti mi pare evidente che tu abbia necessità (ma non da ora) di un buon commercialista.
Questo ultimo commento lo conferma proprio perchè il tuo pensiero è quello che “le tasse si pagano” quindi sbagliarsi e\o dimenticarsi non è esattamente “risparmiare”….
Non è vuole essere un consiglio eh… solo un parere..
buona giornata
e buone cose

bortocal 1 luglio 2014 alle 20:45
secondo me è una follia inaccettabile che un cittadino che VUOLE pagare le tasse che deve, per farlo abbia bisogno di pagare in più anche un commercialista.
per me i commercialisti aiutano ad evadere o a pagare in modo ridotto; ma mi sto rassegnando a pagare anche un privato per riuscire a pagare lo stato quel che devo.
però mi piego per costrizione, ma non lo accetto. 😦 😦 😦

tramedipensieri1 luglio 2014 alle 21:10
Il cittadino vuole pagare le tasse.
Certo!
E le tasse dovrebbero essere giuste. Chiare per tutti e chiara la modalità di pagamento.
Ma tu lo sai che per leggere solo un articolo o una nuova disposizione di legge ci vuole “una laurea”?
O pensi che io sia in grado di capire il linguaggio burocratese? O mia mamma?
Vedi che anche tu ti confondi, non ricordi… sono richieste continue. Si vive ormai per pagare le tasse. Ogni giorno cambia un’aliquota, l’iva… e quant’altro… ma si può vivere con l’assillo di Equitalia?
Ecco che ci sono i commercialisti..
Tu paghi e ci pensano loro. e devi stare attento comunque… perchè potrebbero sbagliare nonostante che li si paghi profumatamente.
Però non rivolgersi ad un commercialista a volte costa il triplo.
Fa bene l’Australia o l’Olanda che avvisano quando c’è la scadenza…meglio ancora in Australia le tasse le si paga una volta all’anno e tutte… non divise in mesi, giorni… ore e tutti i tipi…
Qui una casa non si finisce mai pagarla. MAI.
Ti rendi conto?
Ma allora dico, meglio stare in affitto!
Uno si compra quattro cose necessarie… e basta….
Sono tante, troppe le cose che non accetto. Se potessi andrei via dall’Italia.
Piuttosto sei riuscito ad avere qualche chiarimento in più o trovare qualche ricevuta al riguardo?
Scusa eh… ma ormai mi hai coinvolto….
Come stai?
l’herpes si è dileguato?… almeno quello, spero…

bortocal 1 luglio 2014 alle 21:25
herpes, ripeto anche per te quel che ho appena scritto ad edoardo.
non dico che sia finito tutto, ma mi pare miracolosamente in fase di risoluzione, in fondo dopo pochi giorni (il medico aveva detto che era una forma leggera!).
in compenso oggi mio figlio mi dice che il suo bambino più piccolo non sta bene, gli stanno facendo vari esami per ghiandole ingrossate: a un certo punto gli scopre la coscia: e scopro che ha un herpes come il mio, anzi peggiore perfino del mio!
e non gliel’ho certo attaccato io, che non lo vedevo da 15 giorni: piuttosto pare più probabile che sia stato lui ad attaccarlo a me, ma con un suo periodo di incubazione più lungo.
sul resto sono assolutamente d’accordo con te. in Germania lo stato calcola in proprio le tasse sulla casa a carico del cittadino e gliele trattiene dal conto corrente, le tasse sono immodificate da anni e ogni due o tre anni si ritoccano le aliquote, molto modeste.
per questo, se fossi libero, sceglierei di vivere in Germania.
oggi ho avuto esami con scrutini fino alle 5 e poi l’atto di acquisto della mia nuova casa.
al problema mi dedico a fondo da domattina.

tramedipensieri 1 luglio 2014 alle 21:47
Il piccolo bimbo, nooooo! 😦
… questa notizia è peggiore di Equitalia…
Insomma non è un bel periodo per te… una cosa alla volta e presto, spero, che tutto si risolva al meglio.

bortocal 2 luglio 2014 alle 6:54
non abbiamo preso il fatto che Martin abbia una coscia piena di pustolette il triplo della mia una settimana fa con la stessa angoscia, anzi.
forse perché erano in ballo interpretazioni ben peggiori del suo mese di ghiandolette gonfie e speriamo che la causa sia invece questa, ora che si è manifestata.
aggiungi che i bambini reagiscono alla malattia in un loro modo speciale, e lui quasi non se ne accorge; dice soltanto che gli dà un po’ di fastidio, ma per il resto gioca, ride e litiga col fratello esattamente come prima.
a volte sembra che la vecchiaia sia soprattutto l’arte di sentire bene le malattie… 😦

. . .

bortocal 30 giugno 2014 alle 21:33
commento ricevuto da Spock, su un altro post, ma riferito a questo:
Quelle cose non capitano solo a te. L’Italia è il paese che ti distrugge per sfinimento, ed è per questo che qualcuno pensa seriamente di andarsene. Aspettano sempre minimo 5 anni per riempirti di interessi. Tanto poi l’azienda con un fatturato di 350 milioni la multano sempre per un misero milione.

bortocal 30 giugno 2014 alle 21:35
ammetto che finora che pensavo che la propaganda contro Equitalia fosse una stupida agitazione di destra e che c’é stato bisogno che toccassi con mano.
ma in quale paese del mondo si possono prendere 2.000 euro di multa per avere dimenticato di denunciarne 250?
la cosa tragica è che a questo delirio nessuno accenna di volere porre fine e si sta tutti a parlare d’altro.
adesso devo mettermi a girare, sentire un avvocato, perdere giornate del mio preziosissimo far niente per cercare di arginare questa persecuzione.

Spock_ST 30 giugno 2014 alle 23:37
spero tu possa recuperare almeno i soldi che hai già investito per questo viaggio. Mi pare te lo dissi anni fa che Equitalia fosse poco equi… perché poco tiene conto della buonafede del cittadino.
Il posto del mondo dove può succedere è l’Italia paradiso degli avvocati, della burocrazia, delle regole a libera interpretazione e dell’omertà.

bortocal 1 luglio 2014 alle 4:57
no, nessuna possibilità di rimborso; per cui, data la somma investita, dovrò cercare di partire ad ogni costo.
tra l’altro, pensandoci meglio, mi pare che la somma per la quale mi chiedono degli interessi così mostruosi sia proprio quella che ho già pagato qualche mese fa, ma devo controllare…
io capisco che la buonafede non si può misurare, ma dico che questo modo di considerare il contribuente è demenziale anche se fosse in malafede.

Spock_ST 2 luglio 2014 alle 10:38
fare un giro del mondo in aereo porta meno profitto all’industria aerospaziale di quanto un agente di riscossione crediti attraverso una semplice firma. Bisognerebbe rifletterci sicuramente. Poi c’è sempre qualcuno che si lamenta se viene persa qualche valigia. Succede per dispetto non per inneficienza nel servizio 😀
Spero tu possa risolvere i problemi e partire tranquillo per il viaggio.
PS: smettila di dare la colpa alle giovani generazioni per l’herpes 😆
Un saluto!

bortocal 2 luglio 2014 alle 16:42
be’, oramai ho buttato il cuore contro l’ostacolo…: ho fatto l’assicurazione; quindi posso anche morire in viaggio senza problemi per gli eredi… 🙂
su tutto il resto non aggiungo nulla, perché mi sembra anche troppo azzeccato 😀

Spock_ST 2 luglio 2014 alle 17:03
ma no prego… aggiungi qualcosa e non lasciare che la cosa finisca nel dimenticatoio. Se solo avessero scelto me invece di Junker, maledetti 😀 . Va beh, me ne starò tranquillo sul letto del fiume… in attesa che passi il nemico.
e tu mi raccomando… non far diventare i tuoi figli ricchi con questo viaggio.
PS: io ci ho scherzato ma spero che anche tuo nipote stia bene 🙂

. . .

edoardo 1 luglio 2014 alle 8:26
una pubblica amministrazione lenta oziosa ferruginosa iperprotetta ed illicenziabile !
il mondo va avanti ma in italia siamo da decenni bloccati sul tema dell’antifascismo.
auguri per il tuo herpes

bortocal 1 luglio 2014 alle 20:40
herpes: non dico che sia finito tutto, ma mi pare miracolosamente in fase di risoluzione, in fondo dopo pochi giorni (il medico aveva detto che era una forma leggera!). [… segue il passo sull’herpes di mio nipote già riportato in un commento a tramedipensieri]
– Equitalia è pubblica amministrazione? solo indirettamente, funziona in realtà come se fosse una società privata.
secondo me le tue critiche sbagliano l’obiettivo.

. . .

principotta 2 luglio 2014 alle 0:13
Mi dispiace per le numerose sfighe. Mi accorgo solo ora. Sei guarito almeno?
E poi: ma i documenti delle dichiarazioni dei redditi non bisogna conservarli solo per cinque anni? In tal caso, non ti possono chiedere documenti di dodici anni fa!!! Spero che nel frattempo tu abbia risolto qualcosa, abbia ritrovato quel che serve… coraggio! Intanto hai finito anche gli esami? Io no, sono al lavoro fino al 7 luglio.

bortocal 2 luglio 2014 alle 6:50
ciao, doriana.
c’è chi è baciato dalla fortuna e chi dalla sfiga – almeno a periodi: che vuoi farci?
andando con ordine: guarito non ancora: diciamo almeno che la malattia è rientrata nei ranghi e dà fastidi sopportabili.
anche Martin, il nipotino di due anni, pare abbia beccato la stessa malattia – ma non da me.
sto iniziando le mie ricerche e voglio andare stamattina ad Equitalia per contestare almeno le notifiche.
gli esami li ho finiti ieri.
ieri ho comperato la casa, anzi le tre case – che tu conosci bene, visto che la prima volta sul luogo del delitto ci sono andato proprio con te.
notizie positive:
ieri un inquilino moroso ha lasciato la casa di mia figlia; si spera che dopo avere riparato i danni, lei riesca ad affittarla e a ricavarne un minimo reddito.
ieri il notaio con aria rilassata mi ha comunicato che i suoi piccoli di studio avevano fatto male i conti e la sua parcella è stata di 5.500 euro di meno di quanto mi aveva comunicato!!! per cui anche dovesse andarmi male con Equitalia, mi sono ritrovato in pari!
insomma: mi pare di stare sulle montagne russe!

principotta 2 luglio 2014 alle 16:52
Ci sono periodi così, ma spero che qualche matassa si dipani.. al più presto.
In posta privata ti racconto un aneddoto sul figlio di Travaglio che frequentava il liceo in cui lavoro ancora per qualche giorno.

bortocal 2 luglio 2014 alle 16:54
ehi, ho appena finito adesso di risponderti per mail! 🙂
alla fine qui penso proprio di spuntarla perché questa notifica per irreperibilità di uno che ha nome sul campanello e cassetta della posta non sta proprio in piedi!

. . .

in neretto ho riprodotto il post EQUITALIA: NUOVO ATTENTATO (DEFINITIVO?) AL MIO VIAGGIO ATTORNO AL MONDO – MY ROUNDTHEWORLD N. 8 – 444.

Advertisements

One thought on “nuovo attentato (definitivo?) al mio viaggio attorno al mondo: Equitalia – My roundtheworld n. 8 – 247.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s