San Francisco, che giorno l’ultimo giorno: il Golden Gate Park– my roundtheworld n. 113 (2a parte) -72

25 ottobre 2014

io poi sono stato in camerata a scrivere fino a che ho potuto (il check out era alle 11, li`) e poi con un autobus sono andato al Golden Gate Park, che, nonostante il suo nome, e` da tutt’altra parte rispetto al ponte sospeso, ed e` piu` grande del Central Park a New York, e l’intenzione era di vedermelo tutto, per sfida alla guida che dice che e` troppo grande per poterlo visitare in un giorno solo.

e invece ha vinto la guida: perche` il giro del parco in una giornata, tornando poi sempre con l’autobus, si poteva fare, ma solo a condizione di non guardare nulla di quello che contiene, e non valeva certo la pena; quindi direi che ne ho visto il primo 20%.

il parco infatti l’ho trovato molto diverso da come mi aspettavo: lo credevo selvaggio, e invece era molto bene urbanizzato, con strade e parcheggi al suo interno, e autobus e auto, e perfino un piccolo incidente alle mie spalle mentre attraverso una strada al semaforo.

il video accenna al percorso per arrivare al parco, fatto la mattina del 24 ottobre, parte in autobus e parte a piedi.

la foto di copertina e` dedicata ad uno dei numerosi emarginati che anche a San Francisco sono una parte del panorama urbano, pur se in maniera piu` contenuta che a Los Angeles; questo ha posto la sua dimora in una panchina del parco.

dscf1970a

proprio una fotografia di questo tipo, la sera, determina il primo e forse unico momento concreto di pericolo che ho attraversato durante il mio viaggio di quasi cinque mesi intorno al mondo, e lo accenno qui, visto che non ne ho parlato in termini espliciti allora.

grida e minacce contro me che fotografo, abbastanza da lontano, questo popolo di senza casa, e l’accenno di volere venirmi a dare una lezione dal vivo…

tra le cose da vedere ho scelto:

il Conservatory of Flowers, una serra vagamente vittoriana, piena di piante tropicali dei piu` diversi ambienti climatici.

dal diario di viaggio online del 24 ottobre 2014

dscf1982

tutti questi fiori, considerando che oggi e` san Valentino, sono una bella coincidenza… 🙂

la California Academy of the Science: architettura, non troppo significativa all’esterno, di Renzo Piano ed interno favoloso, anche come distribuzione degli spazi: un museo scientifico dedicato principalmente al tema dell’ambiente, con un Aquarium,

ebbene si`, questo e` tutto quello che ho trovato da dire sull’Acquario Steinhart di San Francisco il giorno dopo averlo visto, nel 2014.

eppure il video che qui ne documenta le meraviglie e` piu` lungo del solito:

dopo l’entusiasmo per i fiori e per la foresta pluviale vivente riprodotta con i suoi uccelli e le sue farfalle, ecco ora quella per il mondo del mare, con i suoi esseri stupefacenti e misteriosi.

dscf2075b

una ricostruzione spettacolare della foresta equatoriale, completa di alligatore albino, uccelli esotici e perfino farfalle vive e stranamente domestiche,

dscf2126a

Advertisements

3 thoughts on “San Francisco, che giorno l’ultimo giorno: il Golden Gate Park– my roundtheworld n. 113 (2a parte) -72

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s