L’Avana, sabato al Paseo Marti` – VIDEOCLIP n. 677

il diario online del mio viaggio intorno al mondo del 2014 parla a lungo della domenica dell’8 novembre al Paseo Marti`, detta anche Prado, il grande viale pedonale alberato che delimita il lato occidentale dell’Habana Vieja, portando dalla riva della baia al Capitolio, e dei suoi aspetti che si ritrovano nel videoclip di oggi.

un’altra parte del Prado e` invece occupata oggi da mostre d’arte o di prodotti artigianali di diverso livello: si va dai pittori dilettanti e della domenica a fotografi sperimentali interessanti, ad artisti di una creativita` ben definita, che incuriosicono: i limiti di capienza del bagaglio mi impediscono di informarmi sui prezzi, ma non mi sarebbe dispiaciuto affatto aggiungere un ricordo artistico dell’Avana alla collezione dei miei ricordi di viaggio.

ma ancora piu` interessante e direi unico e` che in mezzo a queste esposizioni improvvisate con quadri appesi qua e la` stanno diverse decine di studenti di disegno di tutte le eta`, anche se soprattutto bambini, ovviamente.

all’inizio penso che possa essere un’uscita sul campo degli studenti di qualche scuola d’arte, e invece no: gli stessi artisti che espongono offrono qui sulla strada anche corsi gratuiti di disegno o della loro arte, se diversa, e non sono pochi coloro che vengono qui per imparare.

ecco che una decina di bambini e una nonna si esercitano a riprodurre dal vero una scatola che fa un bel gioco di luci ed ombre sotto il sole, e un maestro passa qua e la` a correggere il tratto o a indirizzare la mano.

e tutto ha un’aria festosa, sara` anche merito del sole e del cielo terso, che devo dire?

. . .

la sosta mi permette nel pieno pomeriggio del sabato di scoprire nel grande cuore lastricato del Prado altri aspetti della vita dell’Avana.

il piu` sorprendente e` indubbiamente una specie di mercato immobiliare all’aperto che occupa un tratto del vialone monumentale del Prado: decine di persono stazionano con cartelli o manifesti nei quali mettono a disposizione il loro appartamento in cambio di un altro.

la permuta e` infatti l’unico tipo di compravendita possibile, a volerla chiamare cosi`, dato che nessuno e` davvero proprietario della casa in cui abita.

ci sono anche degli embrionali agenti immobiliari, che mettono a disposizione i loro servizi per chi cerca di procurarsi un nuovo alloggio o di liberarsi di quello vecchio.

ma il fatto che tutto il mercato immobiliare di una capitale di oltre un milione di abitanti sia concentrato in questa cinquantina di persone sotto il sole da` mica da pensare?

. . .

e queste considerazioni introducono alcune mie riflessioni di tre anni fa sulla dittatura che governa Cuba.

mi sembra interessane rileggerle in queste ore in cui gli Stati Uniti guidati da Trump tornano alla loro politica di strangolamento dell’isola, dopo le timide e tardive aperture di Obama.

accusa grottesca, considerano quante dittature, ben peggiori di quella castrista, appoggiano nel mondi gli Stati Uniti, se fanno i loro interessi.

Cuba, una dittatura, non c’e` dubbio.

anche se poi non sappiamo bene che cos’e` veramente una dittatura e spesso usiamo il nome a sproposito, eccedendo nell’uso con chi riteniamo nemico e invece essendone troppo parsimoniosi con gli alleati…

Cuba: un esperimento sociale e politico fallito, o meglio: sconfitto dalle troppo potenti forze avverse, ma non cancellato e ancora in poiedi, resistendo, anche se destinato, a mio parere, ad essere spazzato via rapidamente.

eppure, se dittatura e`, questa e` la dittatura della cultura e del rispetto di tutti gli esseri umani.

ho visto quattro dittature che si definiscono comuniste nel mio viaggio: (…) fra tutte l’unica che ha conservato una coerenza di fondo con gli ideali che l’hanno animata 55 anni fa e` proprio quella che neppure era nata come rivoluzione comunista.

e questo spiega forse perche`, nonostante tutti gli errori e il fallimento evidente, rimane un fascino e un rispetto attorno agli uomini oramai quasi decrepiti che l’hanno realizzata e che la mantengono in vita fino a che sopravviveranno a loro volta, lasciando il posto non si sa bene a cosa.

CHE COSA INSEGNA IL BARBIERE DELL’AVANA – MY ROUNDTHEWORLD N. 131 – 648.

Advertisements

One thought on “L’Avana, sabato al Paseo Marti` – VIDEOCLIP n. 677

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s