Los Angeles: da Santa Monica alla Downtown sul metro` – VIDEOCLIP n. 523

16 ottobre 2014: comincia gia` la mia quinta giornata a Los Angeles (e la terza documentata da foto e riprese).

e io ritorno a Downtown, il centro storico della citta`, con alcune ipotesi di visita che poi non realizzero`; e lo faccio in metro`.

detto cosi` puo` sembrare la cosa piu` banale del mondo, per niente meritevole di un video, addirittura.

ma al contrario e` uno schiaffo in faccia alle guide turistiche e ai siti internet, che devono essere prezzolati dalle societa` che noleggiano auto, perche` fanno terrorismo vero e proprio dicendo che a Los Angeles si puo` girare solamente con un’auto privata.

e naturalmente non danno alcuna indicazione sulle sei linee di metro` urbano e sulle centinaia di linee di autobus.

certo, l’organizzazione e` macchinosa; questi mezzi sono destinati evidentemente alla parte piu` povera della popolazione e, usandoli, non mancano i brutti incontri, che ho raccontato nel diario di due anni fa.

LOS ANGELES, CINA – MY ROUNDTHEWORLD N. 106 – 605.

https://bortocal.wordpress.com/2014/10/17/los-angeles-cina-my-roundtheworld-n-106-605/

e la citta` e` cosi` grande che si impiega piu` di un’ora ad arrivare al centro in metro`, se non ci abiti proprio vicino.

ecco, se vi chiedete che senso hanno queste riprese di quartieri anonimi, ora lo sapete;

ed e` soltanto per dare un assaggio in mezzo minuto di quello che vi scorre ininterrottamente sotto gli occhi per un’ora e un quarto, se andate da Santa Monica al centro.

e sono soltanto 20 km; ma fate conto che l’estensione di Los Angeles e` di circa 70 km per 50…

insomma, siamo ai confini del documnetario, questa volta.

ma anche ai confini della realta`.

. . .

ripeto cose in parte gia` scritte:

ecco, il 534 e` il collegamento veloce di Santa Monica con la rete del metro`, e fa un passaggio ogni ora. (…)

il 534, quando finalmente arrivo a prenderlo ieri, fa 4 o 5 fermate girando su e giu` per Santa Monica, poi imbocca deciso un’autostrada a 5 corsie e fa alcuni chilometri in un paesaggio semi-urbano e alla fine si ferma a 200 metri dall’inizio della linea azzurra del metro`.

perche` anche a Los Angeles ci sono i metro`, che credete? non e` una rete bene organizzata, ma comunque funziona, a modo suo.

qui la linea all’inizio e` in alto, su un viadotto, ma rapidamente scende al livello della strada, e il metro` diventa una specie di tram con protezione.

intendo dire protezione del traffico automobilistico privato da quello pubblico, che deve dargli la preferenza.

quindi il metro` tram si ferma ai semafori, aspetta che le macchine svoltino passando sulla sua carreggiata, e insomma non e` un mostro di velocita`.

del resto e` pieno di latinos e di gente di colore o cinesi, va bene cosi`.

e il metro` passa attraverso un paesaggio che non so se definire urbano: casette piccole, col loro giardinetto, una a fianco dell’altra per chilometri.

non sembra di stare in una citta`, ma neppure in campagna.

e capisci che non puoi neppure definirla periferia.

la tua prima reazione e` quella di dire che Los Angeles non e` una citta` vera, dato che non ne vedi ancora propriamente una e stai viaggiando da un’ora.

sullo sfondo ci sono delle colline polverose, e sai che si tratta di Beverly Hills; Hollywood e` piu` in la`, ma non si riesce a vederla per la foschia.

I MIEI TRASPORTI A LOS ANGELES – MY ROUNDTHEWORLD N. 104 – 602.

https://bortocal.wordpress.com/2014/10/15/i-miei-trasporti-a-los-angeles-my-roundtheworld-n-104-602/

questa e` la descrizione di un viaggio fatto due giorni prima, senza fotocamera, ma naturalmente va bene lo stesso;

solo che questa volta la famosa scritta sulla collina di Hollywood sono riuscito a riporenderla, perche` la foschia era molto diminuita.

ma siccome due giorni dopo, evidentemente non ho ripetuto la descrizione gia` fatta e mi sono accontentato di fare foto e riprese dei posti nuovi visti, quello e` l’unico commento utilizzabile per questo videoclip.

e se vi dovesse sembrare inutile, non faccio il turista, ma il viaggiatore:

non mi interessano soltanto le spiagge famose, come quelle del giorno prima;

anche documentare come e` fatta in concreto e fuori dai miti una delle grandi e strane metropoli del mondo e` interessante per me.

piuttosto lamento che da quando sono a Los Angeles il mio viaggio ha perso la dimensione dell’esplorazione esotica.

sembra di essere gia` tornato a casa, dopo tanti luoghi magici, in una semplice varainte locale.

ma non e` vero del tutto;

via via che mi avvicino alla parte vecchia della Downtown ecco emergere il lato latino di Los Angeles, che ha quasi l’aspetto, in certi angoli e prospettive, della citta` messicana.

per fortuna! chi l’avrebbe mai detto?

ma avremo modo di vederlo meglio in futuro.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s