da Thames ritorno ad Auckland, sull’autobus – VIDEOCLIP n. 481

poi non restano che le penose code del week end alla periferia di Auckland, citta` grande come Londra, ricordate?, anche se con un decimo degli abitanti: ma con le stesse code di Jakarta o quasi, che e` grande il doppio di Londra.

MESSAGGERO D’AMORE DA AUCKLAND, NEW ZEALAND, A LOS ANGELES? – MY ROUNDTHEWORLD N. 75 – 561.

https://bortocal.wordpress.com/2014/09/26/messaggero-damore-da-auckland-new-zealand-a-los-angeles-my-roundtheworld-n-75-561/

lo scrivevo su blog dal mio pc due anni fa quella sera stessa nell’ostello di Auckland.

ma non e` vero!

prima di arrivare alle code di Auckland, quanta meravigliosa Nuova Zelanda tradizionale e verdissima!

Advertisements

9 thoughts on “da Thames ritorno ad Auckland, sull’autobus – VIDEOCLIP n. 481

    1. una autentica botta di culo, come si suol dire.

      pensa: fatta dal finestrino dell’autobus in corsa, e uscita nitidissima, senza riflessi, con il taglio giusto e i colori perfetti (non e` stata ritoccata dopo).

      e c’e` perfino una piccola ochetta bianca nel campo, quasi invisibile, che nessuno poteva sapere di avere fotografato e nemmeno poteva averla vista! 🙂

      Like

        1. hai fatto bene a controllare:

          in effetti di sagome bianche se ne vedono altre due nella foto, ma in posizione troppo simmetrica, perche` vengono a delimitare un grande quadrato, che ha anche un colore leggermente diverso dal resto del campo.

          e, ingrandendo molto l’immagine (forse lo hai fatto anche tu), sembra che si tratti piuttosto di segnali bianchi collocati appunto a delimitare un’area speciale…

          pero`! bello spirito di osservazione, il tuo! 🙂

          Liked by 1 person

            1. mmm, direi di no, mi sembra difficile che un metadonotto faccia delle curve a 90 gradi, e per di più in piano.

              piuttosto potrebbero essere dei cippi di confine per delimitare le proprietà:

              per indicare il confine del mio campo ci sono due o tre grossi sassi, ben distanziati, di forma vagamente appuntita.

              qui potrebbe esserci qualcosa di più moderno e tecnologico…

              meglio ancora: una deimitazione per distinguere cotivazioni particolari,

              la fantasia galoppa: OMG?

              Like

                1. l’ultima che hai detto! probabilissimo: spiegherebbe anche perche` in corrispondenza il terreno cambia colore…

                  (a meno che non sia una casuale coincidenza con l’ombra delle nuvole…)

                  no all’ipotesi spaventapasseri, invece: i passeri neozelandesi non mi sembrano cosi` fifoni da spaventarsi per cosi` poco… 🙂 🙂 🙂

                  Liked by 1 person

  1. una autentica botta di culo, come si suol dire.

    pensa: fatta dal finestrino dell’autobus in corsa, e uscita nitidissima, senza riflessi, con il taglio giusto e i colori perfetti (non e` stata ritoccata dopo).

    e c’e` perfino una piccola ochetta bianca nel campo, quasi invisibile, che nessuno poteva sapere di avere fotografato e nemmeno poteva averla vista! 🙂

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s