Guangzhou, dal bus – videoclip n. 85.

in realtà il commento alle immagini di questo video è già stato scritto in buona parte nel post precedente, riportando gli appunti scritti in situazione il 22 luglio dell’anno scorso.

le immagini che vengono presentate qui della città che si chiamava acqua e luce (Guanzhou) sono, se possibile, ancora piu` opprimenti e desolanti delle precedenti: ma ne troveremo ancora, di documenti visivi come questi dell’incredibile sviluppo cinese, che fa assomigliare le città al corpo di un body-builder pieno di steroidi.

il video stesso è diviso in due parti:

l’ingresso dal’autostrada da Macau verso la parte centrale della città

e subito dopo, come elemento di separazione, alcune fotografie della nuova stazione degli autobus, dove mi faccio trasportare, abbandonandola subito assieme all’idea di visitarla per un giorno,

Indecifrabili i cartelli, ma tutti sono disponibili ad aiutare e alla fine ecco fatto il biglietto per Guilin, una pittoresca città molto più all’interno, che la Lonely Planet definisce raggiungibile in circa 10 ore.

Ho preso, e mi maledico, l’autobus delle 18, anziché quello delle 20, non pensando bene che arriverò alle 4 di mattina (errore di calcolo!) e troverò tutto chiuso; ma restare ancora in quella calura non mi pareva sopportabile.

GUANGZHOU (CANTON) PARANORMALE E GUILIN DI CONSEGUENZA – MY ROUNDTHEWORLD N. 25 – 496.

e poi la ripresa del viaggio attraverso la sua periferia settentrionale verso Guilin, qualche lunga ora di bus più all’interno, nel tramonto che già si presenta.

* * *

un’ultima annotazione sul commento musicale del video, che è stato scelto non per dire il mio stato d’animo davanti a quel che vedo, ma i modo in cui immagino che le vedano i cinesi.

anzi, facciamo un esperimento: il video ve lo due in due versioni, e nella seconda ci metto la musica adatta alle mie reazioni.

sinceramente preferisco di gran lunga la seconda versione.

e voi?

5 risposte a "Guangzhou, dal bus – videoclip n. 85."

    1. ancora una volta d’accordo!

      e so che sei sincera…

      la seconda musica e` occidentale, e` Bartok, Il mandarino meraviglioso.

      ma, come si vede dal titolo, ha pur sempre qualcosa a che fare con la Cina, e forse ci dice, in profondita` e in moso soltanto suggestivo, molto su questa cultura.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...